KINESIOLOGIA APPLICATA ALL'OSTEOPATIA

L'esame kinesiologico ci aiuta a determinare la causa primaria della malattia, l'equilibrio strutturale del corpo viene rapidamente controllato in fase statica o dinamica. La reazione neuromuscolare del corpo alle sostanze chimiche ci aiuta a valutare l'effetto della nutrizione e di agenti chimici ostili.

Lo stato emotivo di un paziente può essere determinato con una valutazione del sistema nervoso, per mezzo dei test muscolari manuali kinesiologici. Le condizioni di salute mentale possono essere migliorate, a volte, grazie a delle correzioni nutrizionali e strutturali valutate per mezzo della prova muscolare.

La chiave sta nello stabilire quale sia il fatto.

Il corpo ha un suo linguaggio. Esso può fornire delle informazioni utili per la scoperta delle cause dei problemi di salute, sta a noi capire quello che ci sta dicendo. Le informazioni contenute possono avere un valore ingente, ma se non si riesce ad interpretarle sono inutili. Sommandovi un esame dei cinque fattori dell'IVF, nonché degli esami ortopedici, neurologici e di laboratorio, il linguaggio del corpo ricostruito nella sua pienezza rivela il disturbo che provoca la malattia. La K.A. è una disciplina che unisce i test kinesiologici elaborati per mezzo della prova Neuro Muscolare Manuale ad altri metodi diagnostici, ciò permette al terapeuta di valutare con precisione gli aspetti funzionali dei problemi re determinante.

Il corpo ha un proprio linguaggio e non mente mai. Uno dei modi per capire che cosa sta cercando di dirci quando qualcosa non funziona, è imparare a interpretare tale linguaggio.

Questo processo di lettura inizia nel momento stesso in cui si vede il paziente per la prima volta e si protrae lungo tutto l'arco della visita. Ogni muscolo posturale presenterà dei segni di debolezza che possono portare a una veloce identificazione del muscolo interessato.

In condizioni normali l'equilibrio strutturale viene assicurato dai muscoli controllati dal sistema nervoso. Quando i muscoli non sono in equilibrio, si verifica la distorsione posturale che prende il via in muscoli e legamenti. Fin dagli inizi della K.A. si riconobbe che un muscolo raccorciato o ipertonico è il risultato della funzione alterata del suo muscolo antagonista. Lo squilibrio muscolare è alla base di gran parte delle alterazioni strutturali. Si dovrà correggere lo squilibrio muscolare prima di riuscire a far ritornare la struttura nella sua giusta posizione, il muscolo più forte riuscirà infatti a deviare la struttura verso di sé. Quando il muscolo è affetto da ipertonicità o da raccorciamento cronici, si manifesta il dolore. Correggendo la disfunzione del muscolo antagonista, il dolore del muscolo ipertonico spesso scompare.

Nella kinesiologia si usano anche i principi della medicina tradizionale cinese dell'agopuntura, dei chakra, della teoria dei traumi psicofisici, della fitoterapia dei fiori di bach ecc... per poter ridare le risorse giuste al paziente così da mantenere il suo equilibrio vitale.

Gentile utente, questo sito utilizza dei cookie che sono indispensabili per il regolare funzionamento del sito e delle relative funzioni Per consentire il corretto utilizzo del sito e migliorare la tua esperienza di navigazione. Secondo una direttiva europea, è obbligatorio, ricevere il suo consenso in merito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla